Le vetrate del ristorante ambientato lungo il porto di Messina permettono una vista esclusiva sul mare piatto, illuminato dalle luci calabresi.

Grande atmosfera a cena, e menu spiritoso (lo stesso spirito che permea la città). Volete un esempio? “C’era un’ape piccolina nel formaggio stamattina” è un dolce, una spuma al miele con gelato di Asiago, polline e gel al limone.

Tutto allineato con la personalità dello chef: Pasquale Caliri, messinese doc, ex giornalista convertito alla cucina professionale dopo gli studi alla scuola Alma.

Cosa ci è piaciuto del suo 2019: i classici del menu, le portate con calamari, totani e le affumicature.

Cosa vorremmo per il 2020: Molte meno attese tra una portata e l’altra

Prezzi alla carta tra i 40 e i 60 euro..

Hai bisogno di un browser migliore per questo!
Passa a Chrome e inizia a cercare i Ristoranti.